Perché serve avere un’identità visiva

Identità Visiva moodboard

“Per sviluppare una mente completa studia la scienza dell’arte e l’arte della scienza, impara a vedere, prendi coscienza del fatto che ogni cosa è collegata a tutto il resto”

Questa frase attribuita a Leonardo da Vinci esalta un collegamento tra arti e scienza sottolineando l’importanza di una presa di consapevolezza unica: tutto è collegato. 

Mi perdonerà il genio del Rinascimento se uso questa sintesi per parlare di un aspetto fondamentale specifico della comunicazione: l’importanza di avere una precisa identità visiva. 

Cosa si intende per identità visiva 

Visto che tutto è collegato, chi lavora nella comunicazione digitale non fa che ripetere quanto sia importante farsi conoscere, ma soprattutto riconoscere. 

Non a caso, l’espressione “branding” è il mantra di ogni graphic designer che si rispetti, il vangelo di chi crea siti web e strategie di immagine per aziende.  

Ma cosa significa davvero identità visiva? 

In breve: avere uno stile grafico riconoscibile su qualsiasi strumento. Che sia la locandina stampata di un evento o un post su facebook, chi guarda quel contenuto grafico deve pensare subito a voi, se vi conosce già; oppure, se non sa chi siete e cosa fate, si spera che, grazie a quel contenuto, scelga di capire di cosa si tratta e da allora in poi riconoscervi. 

Identità Visiva moodboard
Esempio di palette di colori realizzata da http://www.loghicomuni.com per Foglie Nuove

Coerenza visiva significa farsi riconoscere su ogni canale: social network, sito web, pubblicità. 

Vado con un irresistibile aneddoto. 

Qualche anno fa, viaggiavo su un autobus in Kenya e, ad almeno un chilometro di distanza, vedo un cartello rosso. Non ho dubbi: è un’insegna della Coca Coca.
Pur non essendo un’abituale consumatrice della famosa bibita – semplicemente perchè preferisco il chinotto – oa riconosciuto l’insegna della multinazionale statunitense in pochi millesimi di secondo. 

Questo perché, se vediamo un cartello enorme di quel rosso lì, non abbiamo dubbi che si tratterà di quella bibita molto zuccherata che da anche un po’ di dipendenza, ma piace a tutti. Un logo, quindi, si rivela efficace quando non lascia spazio a dubbi in chi lo guarda: è la Coca Cola. Le multinazionali lo sanno e infatti investono continuamente per promuoversi fino a diventare riconoscibili anche a un miglio di distanza, ovunque. 

Nè tu nè io siamo o saremo mai la The Coca Cola Company, è vero, ma possiamo anche noi scegliere di raccontare chi siamo tramite immagini, colori e simboli.
Nello specifico, possiamo scegliere di creare un’armonia tra questi elementi che sia omogenea, pur nelle sue differenze, su tutti i canali che utilizziamo.

In altre parole, possiamo essere riconoscibili, nel nostro piccolo, per chi ci segue sui social network, per chi ci trova online per caso e magari ha bisogno di noi, per chi vede la nostra pubblicità sul giornale. 

Abbiamo la possibilità, insomma, di scegliere degli elementi grafici che: 

  • piacciano innanzitutto a noi
  • ci aiutino a raccontare chi siamo e cosa offriamo 
  • ci permettano di essere riconoscibili ovunque, anche a un miglio di distanza 🙂 

Anche ammettendo che io vi abbia convinti, vi starete chiedendo perchè parlo di questa cosa se mi occupo di contenuti web? Sono forse anche graphic designer? 

No, ma riconosco che quello che scriviamo ha più valore se incorniciato in uno stile grafico, unico e identitario.

Vuoi chiarirti le idee per definire o, perchè no, rinnovare la tua identità visiva? 

Posso aiutarti a chiarirti le idee, trovarne e contattare il o la professionista giusta per te

Potrebbe anche piacerti